Palais Royal, la meraviglia degli scarabei di smeraldo

Condividi il viaggio!

palais royal bruxelles

Se siete a Bruxelles nel mese giusto non potete perdervi una visita al Palais Royale, il palazzo reale. Essendo un edificio ancora utilizzato dal Re del Belgio (che però non ci abita) è aperto al pubblico solo un mese all’anno. Io sono stata fortunata ed era aperto proprio quando sono andata a Bruxelles.

L’ingresso al Palais Royal è gratuito, ma dovrete sopportare di visitarlo seguendo un percorso obbligato delimitato da cordoni, e se c’è tanta gente si trasforma in un serpentone umano lento e irritante, e non permette di soffermarsi ad ammirare i dettagli.
Le stanze sono tutte riccamente decorate con stucchi, dorature, dipinti, arazzi, mobili pregiati, cineserie, tappeti preziosi. Un tripudio di lusso e ricchezza. Ma non sono le sontuose sale del palazzo il vero motivo della mia visita, bensì l’installazione dell’artista belga Jan Faber nell’ultima sala del percorso, il salone degli specchi.
palais royal bruxelles
Di cosa si tratta? Di una sala dal soffitto alto ed ampio, interamente ricoperto (lampadari compresi) da più di un milione di elitre di scarabei-gioiello. Uno spettacolo incredibile, il verde smeraldo che luccica e cambia colore a seconda di come viene colpito dalla luce, che incornicia in maniera veramente stupefacente un salone molto tradizionale, creando un contrasto molto affascinante. L’artista ha dato all’opera il suggestivo nome di “Heaven of delight”.
palais royal bruxelles

Naturalmente è un’opera piuttosto controversa, essendo fatta sostanzialmente da un milione di animali morti. Ma ai belgi piace, tanto che l’installazione non è mai stata rimossa, nonostante fosse stata pensata per essere temporanea. All’interno del palazzo non si possono scattare fotografie (ti fanno lasciare borse e zaini al guardaroba all’ingresso), quelle che ho messo le ho prese dal sito nh-design per rendere (anche se solo in parte) l’idea di questa sorprendente opera d’arte. La foto esterna è mia.

Per conoscere i giorni di apertura del Palais Royal consultate il sito dell’Ufficio Turistico Belga.


Condividi il viaggio!

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.