Consigli per un viaggio a New York

Condividi il viaggio!

Questo post con i miei consigli per un viaggio a New York è stato pubblicato la prima volta nel 2011 ed è stato regolarmente aggiornato, l’ultima volta nel giugno 2020.

Visitare New York è un’esperienza indimenticabile. Ci sono stata 3 volte e ci tornerei per la quarta anche subito. Perché è talmente grande, ricca di diversità, e sempre in rapidissimo cambiamento, che ogni viaggio è una nuova esperienza. Ecco i miei consigli per un viaggio a New York, frutto della mia esperienza, e anche di qualche errore che spero tu riesca a evitare.

Assicurazione di viaggio per New York

Non parto mai per gli Stati Uniti senza una buona assicurazione di viaggio che includa la copertura delle spese mediche: in America il più piccolo problema di salute potrebbe costare migliaia di dollari in una clinica privata.

Per i miei viaggi utilizzo l’assicurazione viaggi Heymondo, che è affidabile, facile da usare e da contattare in caso di necessità, e con prezzi molto convenienti (prova a fare un preventivo in mezzo minuto). Se decidi di acquistare una polizza con Heymondo ti offro il 10% di sconto!

SCONTO DEL 10% SULL’ASSICURAZIONE VIAGGI HEYMONDO

Qui ti spiego quale assicurazione di viaggio scegliere e come.


consigli per un viaggio a new york

Hotel, alloggi e pernottamenti

Gli hotel, appartamenti e ostelli a Manhattan sono incredibilmente cari. Se vuoi risparmiare qualcosa ripiega su Brooklyn: è una zona ormai diventata alla moda, piena di loft, gallerie d’arte e locali strapieni il sabato sera (per questo mi piace un sacco!) ed è un pochino più economica rispetto a Manhattan che comunque è raggiungibile con 15 minuti di metropolitana.

Il mio hotel preferito in zona è l’Even Hotel Brooklyn, moderno e accogliente.

Airbnb a New York

Airbnb a New York ha molte limitazioni: è vietato affittare un intero appartamento per meno di 30 giorni, e l’unica opzione realmente possibile per un viaggiatore è affittare su Airbnb una stanza con il proprietario in casa. I prezzi sono comunque alti, esattamente come per un hotel, quindi ti sconsiglio questa soluzione.

times square di giorno con folla e insegne

Mezzi pubblici e trasporti

Metropolitana

Se pensi di utilizzare la metropolitana ti consiglio di fare la Metrocard, la tessera che permette di pagare il biglietto a un prezzo scontato (2.75 dollari invece che 3 dollari). La stessa metrocard può essere utilizzata da 4 persone, e ogni corsa comprende un trasferimento metro-autobus o viceversa.

Se hai pianificato di passare a New York una settimana, allora ti conviene comprare la Metrocard con corse illimitate, della durata di 7 giorni.

Quando usi la metro fai attenzione ad entrare dal lato giusto della stazione: alcune stazioni non hanno il passaggio per andare sul binario in direzione opposta: bisogna uscire e rientrare, ripagando il biglietto (se si ha la metrocard bisogna aspettare 18 minuti prima di rientrare).

Taxi

A New York preferisco non prendere i taxi perché sono molto cari e spesso lenti, visto che rimangono imbottigliati nel traffico. La metropolitana è molto più economica, funziona 24 ore al giorno 7 giorni su 7 e arriva praticamente ovunque.

Uber

Uber è più economico dei taxi tradizionali, e ha il vantaggio di poter pagare con lo smartphone e conoscere in anticipo il costo della corsa. Rimane però, purtroppo, il problema del traffico.

panorama di una strada di manhattan

New York Pass

Ci sono diversi tipi di City Pass disponibili per New York: anche troppi se devo essere sincera, così tanti che è facile confondersi (hanno nomi simili) ed è difficile capire l’effettiva convenienza.

A questo link trovi una spiegazione completa di tutti le card turistiche e i pass di New York, cosa comprendono, quanto costano e in quali casi convengono.

Consigli di viaggio a New York: shopping

Fare shopping a New York può essere molto conveniente, se sai cosa comprare. Ovvero prodotti americani, che sono tassati meno e hanno prezzi inferiori a quelli in Italia. Le merci importate dall’estero (come ad esempio gran parte dei prodotti tecnologici) sono di solito più care.

Tieni sempre in mente che i prezzi esposti in negozi e ristoranti non comprendono le tasse (intorno al 15%), che verranno conteggiate alla cassa, al momento del pagamento.

La questione della mancia obbligatoria

Ricorda di lasciare sempre la mancia a cameriere, tassisti e autisti, facchini ecc. La mancia va in percentuale, generalmente va dal 15% al 25% a seconda di quanto hai gradito il servizio. Quasi sempre la mancia si può includere nel conto finale e pagare tutto con la carta di credito, indicando la percentuale.

Alcuni viaggiatori italiani non amano questa abitudine tutta americana perché da noi la mancia è un extra gradito ma non obbligatorio. Ricorda che negli Stati Uniti la mancia è una parte importante del salario di un lavoratore, è tassata ed è assolutamente necessaria perché le paghe minime non sarebbero sufficienti alla sopravvivenza dei lavoratori. Anche se non ti piace sentirti obbligato a lasciare la mancia, è così che funziona.

new york consigli di viaggio

Fumo e sigarette

Se sei un fumatore portati una scorta di sigarette in valigia: negli Stati Uniti sono molto care, e in particolare a New York City, dove ci sono ulteriori tasse: un pacchetto di sigarette può costare fino a 15 dollari.

Per quanto riguarda le sigarette elettroniche c’è una novità: dal maggio 2020 a New York è vietato vendere liquidi aromatizzati per sigarette elettroniche. Solo gusto tabacco.

La marijuana o cannabis per uso ricreativo non è ancora stata legalizzata nella città di New York.

Cibo e ristoranti

Per mangiare c’è solo l’imbarazzo della scelta, ormai c’è praticamente qualsiasi tipo di cucina, per ogni tipo di esigenza. Non temere di mangiare solo schifezze o cucina americana. Ci sono ristoranti che propongono piatti da tutti il mondo, ristoranti, vegani, kosher, halal, per persone con intolleranze varie, ci sono un sacco di opzioni salutari e naturalmente non mancano i fast food.

Tieni d’occhio il modulo dell’ispezione dell’ufficio d’igiene che viene appeso sulle vetrine dei ristoranti. Il modulo riporta una grande lettera maiuscola che corrisponde al voto assegnato alla pulizia del locale: A è il voto massimo di pulizia, ma a New York non lo raggiunge quasi nessuno!

Guide di viaggio per New York

Il consiglio per un viaggio a New York più utile che possa darti è quello di organizzarti e pianificare in anticipo cosa vuoi vedere e fare. Molti musei hanno un giorno di apertura settimanale gratuito, ci sono attrazioni molto richieste che vanno prenotate prima… insomma una attenta pianificazione può farti ottimizzare tempo e denaro.

Per questo ti consiglio di comprare una o più guide di viaggio prima della partenza. Ecco quelle che ti suggerisco:

Questo era l’ultimo! E tu ci sei stato? Hai altre idee da aggiungere ai miei consigli per un viaggio a New York? Fammelo sapere con un commento, la tua esperienza sarà utile anche ad altri viaggiatori!


Condividi il viaggio!

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.