Cosa vedere a Utrecht in un giorno: il mio itinerario

Condividi il viaggio!

Utrecht è una cittadina universitaria di medie dimensioni, molto tranquilla durante l’anno ma piuttosto animata durante la breve stagione turistica estiva, che si concentra a cavallo di luglio e agosto. La maggior parte delle attrazioni turistiche sono concentrate all’interno del centro storico, caratterizzato da edifici antichi e piccoli canali con banchine alberate. Ma essendo una piccola città, è facile raggiungere anche le aree più periferiche a piedi, in bici o con i mezzi pubblici. Di solito i viaggiatori dedicano un giorno per visitare Utrecht: sicuramente non è abbastanza per vedere tutto quello che c’è di interessante, ma è sufficiente per visitare i luoghi più importanti e farsi un’idea della città, dei suoi abitanti e della sua atmosfera. Ecco i miei consigli su cosa vedere a Utrecht in un giorno, come organizzare al meglio il tuo tempo e scoprire tutto quello che offre questa città dell’Olanda.

cosa vedere a utrecht in un giorno

Come raggiungere Utrecht

Utrecht costituisce il nodo ferroviario principale di tutta l’Olanda, quindi è ben connessa via treno a tutte le altre città del paese e anche di quelli vicini come Belgio e Germania: puoi pensare di visitare Utrecht con una gita giornaliera da Amsterdam (sono soltanto 20 minuti di viaggio e ci sono treni più volte all’ora) o da Rotterdam.

Dove dormire a Utrecht

Ma puoi anche decidere di pernottare una notte a Utrecht, e in questo caso ti consiglio l’Hotel Simple, in posizione centralissima (proprio dietro alla torre del Duomo), ospitato in un edificio del 1700 ristrutturato in stile contemporaneo, con camere molto belle e accoglienti.

Cosa vedere a Utrecht in un giorno. Il mio itinerario

torre del duomo utrecht

Mattina

Arriva la mattina presto e inizia a visitare Utrecht di buon’ora: comincia subito con la visita dell’interno del Duomo e della Domtoren, la torre campanaria su cui si può salire fino in cima. In estate possono esserci code specialmente per la salita alla torre, quindi conviene andare presto. In altre stagioni invece, con meno turisti, puoi organizzarti per salirci a metà pomeriggio e goderti la vista del tramonto sulla città dall’alto. Non dimenticare di dare un’occhiata al piccolo ma grazioso chiostro in stile gotico sul retro del Duomo.

Quindi cammina sotto all’arco della Domtoren per entrare nel centro storico e visitare uno dei musei situati in quest’area. Se sei appassionato d’arte ti consiglio il Catharijneconvent, dedicato all’arte religiosa olandese dal medioevo fino ad oggi (la sezione medievale custodisce dei piccoli capolavori di pittura fiamminga); se invece preferisci qualcosa di più curioso vai alla scoperta del Museo degli Strumenti Musicali Automatici, dedicato ad una delle più grandi passioni degli olandesi: gli organetti musicali da strada (ma ci sono anche orologi, carillon e automi vari).

Trovi altri suggerimenti nell’articolo che ho dedicato ai 10 musei da non perdere di Utrecht.

duomo di utrecht

I musei si trovano praticamente tutti all’interno del centro storico, ad eccezione del Centraal Museum e della Rietveld Schroeder House, che sono decentrati ma comunque raggiungibili in autobus o in bicicletta.

Informati se è giorno di mercato, in tal caso facci un giro e approfittane per mangiare qualcosa mentre passeggi tra banchi di formaggi, fiori, artigianato e prodotti agricoli. Io vado sempre a mangiare nei mercati olandesi perché sono sicura di trovarci un chiosco che vende il tipico street food olandese, il panino con l’aringa marinata, guarnito con cipolla cruda, che adoro. In alternativa puoi fare un pranzo veloce in uno dei tanti ristoranti del centro, o più semplicemente un panino gustato su una delle panche sulle banchine dei canali, mentre si osserva il passaggio delle barche.

utrecht in un giorno

Pomeriggio

Dopo pranzo scegli un secondo museo da visitare dalla lista che ti ho indicato prima, e poi goditi una passeggiata nelle stradine del centro storico e lungo l’OudeGracht, cercando scorci suggestivi, sbirciando le vetrine dei negozietti e ammirando il tramonto tra i rami degli alberi sul canale. Se due musei ti sembrano troppi puoi prolungare la passeggiata e arrivare fino a Griftpark, un bel parco pubblico con prati verdi, grandi alberi e un romantico laghetto con le paperelle. Mentre passeggi per i vicoli del centro dedica una decina di minuti al Museo della Drogheria, uno dei più piccoli, curiosi e nostalgici musei al mondo. È una vera e propria drogheria degli anni ’50, con commesse con la cuffietta inamidata e prodotti che sembrano usciti dalla macchina del tempo, come le caramelle che compro ogni volta che vengo a Utrecht.

Sera

Goditi una cena in uno dei tanti ristorantini che si affacciano sull’Oudegracht (facendo attenzione ai prezzi perché alcuni sono decisamente turistici); puoi anche scegliere un ristorante vietnamita o del Suriname: sono molto comuni in Olanda per via del suo passato coloniale, e sono un’occasione per sperimentare una cucina esotica ma ormai diventata quasi quotidiana per gli olandesi. Infine concediti una birra in una location davvero speciale come quella del Cafè Olivier, un pub ospitato all’interno di una antica chiesa sconsacrata. Se sei un amante delle birre artigianali un salto anche al Cafè Belgie, che serve quasi 200 tipi diversi di birre (belghe, ovviamente).

oudegracht canali di utrecht

Spero di esserti stata utile, se hai altri consigli su cosa vedere a Utrecht in un giorno lasciami un commento e condividi la tua esperienza con gli altri miei lettori. Buon viaggio!


Per organizzare il tuo viaggio in Olanda ti consiglio:


Condividi il viaggio!

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.