3 giorni a Chiang Mai – cosa fare e cosa vedere

Condividi il viaggio!

Che bella sorpresa che è stata Chiang Mai! Ho aggiunto questa tappa al mio viaggio in Thailandia all’ultimo, cambiando i miei programmi iniziali, e non ero troppo convinta della scelta. Invece questa città mi è piaciuta tantissimo e ho avuto la sensazione che avrei potuto passare settimane qui, continuando a scoprire cose e luoghi interessanti. Anche se in realtà ho trascorso più tempo qui, ho raccolto i miei consigli per 3 giorni a Chiang Mai perché la maggior parte dei viaggiatori decide di dedicare a questa tappa 3 o 4 giorni.

Quindi di seguito troverai un itinerario per visitare Chiang Mai in tre giorni, ma al terzo giorno troverai due opzioni diverse per passare la giornata: se programmi di stare un giorno in più puoi utilizzare la seconda opzione per il quarto e ultimo giorno.

3 giorni a Chiang Mai – cosa fare e cosa vedere

3 giorni a chiang mai

Prima però un paio di consigli utili:

Non partire per un viaggio in Thailandia senza una assicurazione di viaggio con una copertura per le emergenze sanitarie e gli imprevisti di viaggio: potrebbe costarti molto caro! Qui ti spiego come scegliere l’assicurazione di viaggio, ma sappi che io per i miei viaggi utilizzo l’assicurazione Heymondo, affidabile, con assistenza in italiano h24, ottime coperture e prezzi molto convenienti. Se anche tu scegli Heymondo ho uno sconto del 10% per te!

Spostamenti

La maggior parte delle attrazioni di Chiang Mai si trovano all’interno della Old Town, il centro storico racchiuso all’interno delle mura e dalla forma perfettamente quadra. Ogni lato è lungo circa 2 km, quindi l’intera Old Town è facilmente visitabile a piedi, e la maggior parte delle volte non avrai bisogno di mezzi pubblici come i tuk tuk o di noleggiare uno scooter (e in questi casi te lo segnalerò).

Per comodità ti consiglio di scegliere un hotel o una guest house all’interno della Old Town, in modo che tutto sia vicino e a portata di passeggiata. Io ho alloggiato alla B House, un hotel composto da alcuni piccoli edifici con 4 stanze ognuna, situato proprio alle spalle del Wat Phra Singh, uno dei templi più importanti della città. Posizione perfetta, in più avevo una camera pulita e confortevole, un bel balcone comune e la colazione inclusa nel prezzo.

Giorno 1 – La Città Vecchia e i templi principali

Chiang Mai è una delle mete più importanti per i pellegrinaggi buddhisti, ci sono oltre 300 templi, ed è impensabile pensare di visitarli tutti. Naturalmente ce ne sono alcuni particolarmente significativi, per motivi storici, artistici o magari perché conservano una importante reliquia. Il mio consiglio è di visitare qualcuno dei templi principali, e poi di perderti per le stradine della Old Town, e entrando all’interno dei templi che incontri e che ti stuzzicano la curiosità. Nei cortili dei templi potrai trovare anche bancarelle con street food, succhi di frutta e qualche angolo tranquillo con una panca all’ombra di un albero dove riposarti.

Wat Phra Singh
Wat Phra Singh

I templi da non perdere sono:

Wat Phra Singh

Risalente al 1400 (ma ampiamente ristrutturato e ampliato), il Wat Phra Singh è uno dei più importanti templi risalenti all’epoca in cui Chiang Mai era la capitale del regno Lanna, ed è uno dei migliori esempi dell’architettura di questa regione. All’interno è conservata una statua di Buddha molto venerata, chiamata il Buddha Leone. È anche un grande monastero attivo, dove studiano molti monaci e novizi.

Wat Chedi Luang

Nel cuore della città vecchia sorge questo grande tempio sempre pieno di turisti, di monaci e di devoti buddhisti. È molto suggestivo per via del suo enorme chedi in rovina, che aggunge un po’ di fascino decadente al luogo. Fu distrutto da un terremoto nel 1500 e non fu mai ricostruito, ma nel 1990 è stato restaurato e consolidato grazie a un importante finanziamento dell’Unesco del Giappone.

tempio wat chedi luang
Wat Chedi Luang

Wat Sri Suphan o Silver Temple

Non è un tempio grande né uno dei più antichi di Chiang Mai, anzi. È stato costruito tra il 2004 e il 2016, ed è piuttosto piccolo se paragonato agli altri templi della città. Ma è uno dei più straordinari e affascinanti, perché come suggerisce il nome, Silver Temple, è interamente ricoperto d’argento. O meglio lamine di argento sbalzato a mano secondo la tradizione artigianale Lanna. È un piccolo capolavoro di arte dell’argenteria, ogni lamina è ricchissima di dettagli, e l’effetto complessivo è straordinario, specialmente la sera con l’illuminazione ad effetto. Davvero da non perdere durante i tuoi 3 giorni a Chiang Mai.

Il Wat Sri Suphan è anche una sala di ordinazione attiva, questo significa che l’accesso al tempio è vietato alle donne. L’ingresso è a pagamento, ma il dettaglio che le donne non possono accedere viene detto dopo aver pagato e essere entrati nel cortile, quindi occhio. Non è una grossa cifra, ma sono comunque soldi buttati perché l’esterno del tempio si vede molto bene anche senza entrare nel cortile.

bambini giocano di fronte al Silver Temple

3 giorni a Chiang Mai – Giorno 2

Doi Suthep

Con Doi Suthep si indica sia la montagna alle spalle di Chiang Mai, sia il parco nazionale che è stato istituito in quest’area. Il Wat Phra Doi Suthep è invece un grande tempio che si trova sulla montagna, a una decina di km dalla città vecchia. Spesso il tempio viene chiamato semplicemente Doi Suthep, e puoi capire che è facile fare confusione con luoghi che hanno lo stesso nome. Il tempio è un importante luogo di culto buddhista, ed è anche molto bello, sia perché le decorazioni sono ricchissime, tra le più impressionanti che abbia visto in Thailandia, sia per la posizione panoramica e immersa nel verde della foresta.

Puoi raggiungerlo in modo autonomo (noleggiando uno scooter a noleggio o prendendo un taxi collettivo, un songthaew), risalendo il trekking sulla montagna chiamato Monk’s Trail, oppure con un tour organizzato, che ti farà risparmiare tempo e sbattimento nell’organizzazione. Qui trovi una buona proposta per un tour al Doi Suthep al tramonto, e qui trovi il mio articolo con tutte le informazioni su Doi Suthep e Monk’s Trail.

La visita ti porterà via circa mezza giornata (di più se fai il Monk’s Trail): puoi decidere di impiegare l’altra metà della giornata per visitare altri luoghi all’interno del parco nazionale, come i villaggi tradizionali del popolo Hmong – che però di tradizionale hanno ben poco, sono attrazioni turistiche – o fare trekking sui sentieri del Doi Suthep.

tempio doi suthep

Un massaggio thailandese

Io invece ho deciso di dedicare il resto della giornata ad un lungo e rigenerante massaggio thailandese. Troverai centri massaggi ovunque, e i prezzi sono bassissimi: la maggior parte offrono massaggi di un’ora a 300 bath. Ne ho visti anche da 250 bath, ma la differenza corrisponde a 90 centesimi, non mi è parso il caso di fare la tirchia. Naturalmente ci sono anche spa e centri massaggi di alto livello, con prezzi molto superiori.

Io ho scelto di andare in uno dei Women’s Massage Center by ex-prisoners, centri massaggi dove lavorano ex detenute che grazie a questo lavoro sono state reinserite nella società e sono tornate a una vita normale dopo il carcere. I prezzi sono in linea con la concorrenza, il posto era pulito e accogliente, e il massaggio è stato fantastico. Esistono 3 centri massaggi di questa associazione, si trovano tutti nella parte nord della Old Town, e se ci fossero dei tempi di attesa in un centro, ti reindirizzeranno verso un altro più disponibile.

massaggi thailandesi dalle ex carcerate

Tre giorni a Chiang Mai – Giorno 3

Per il terzo giorno ti do due opzioni: un incontro ravvicinato con gli elefanti oppure una visita a un tempio molto particolare + una lezione di cucina. Sta a te scegliere quale esperienza ti ispira di più. Calcola però che quella con gli elefanti richiede un’intera giornata, tienine conto quando pianifichi i tuoi 3 giorni a Chiang Mai.

Elephant Nature Park

Come ho spiegato nel mio post su cosa non fare in Thailandia, una questione molto controversa è quella del turismo con gli elefanti, che la maggior parte delle volte nasconde abusi e maltrattamenti degli animali. Se davvero vuoi vedere da vicino questi magnifici animali senza alimentare pratiche che ne mettano in pericolo la specie, puoi visitare l’Elephant Nature Park di Chiang Mai, un centro di recupero etico e affidabile per elefanti sottratti ai maltrattamenti, dove si possono incontrare in sicurezza per noi e per loro. Le attività durante i tour comprendono l’osservazione degli elefanti mentre fanno il bagno, il momento in cui si da loro il cibo e il pranzo (per gli umani) ma non si sale a dorso di elefante e non vengono costretti a fare show.

L’Elephant Nature Park si trova fuori città, ma i tour di solito comprendono anche il trasporto da e per il loro ufficio nella Città Vecchia.

Per maggiori informazioni ti consiglio di leggere l’articolo di Valentina Miozzo sul turismo con elefanti in Asia

Wat Umong

Se invece preferisci scoprire un tempio con una architettura unica (o magari qualcosa che richieda meno tempo) ti consiglio di visitare il Wat Umong: si trova appena fuori città, raggiungibile in pochi minuti in scooter o tuk tuk. Quello che lo rende unico è il fatto che in questo grande complesso religioso ci sono numerose gallerie scavate nella roccia, dove da secoli monaci e fedeli pregano in una atmosfera raccolta e mistica, tra tunnel di pietra e nicchie piene di candele, incensi e statue votive.

Il Wat Umong è circondato dalla foresta e gli edifici del complesso sono sparpagliati tra stagni, sentieri e tratti di foresta punteggiati da antiche statue distrutte durante l’invasione dei birmani. C’è anche un centro di meditazione attivo e aperto anche agli stranieri, che vengono qui per partecipare a corsi e ritiri spirituali.

wat umong chiang mai
Wat Umong

Cosa fare a Chiang Mai: una cooking class

Siccome il Wat Umong ti porterà via solo un paio d’ore, hai ancora tempo per partecipare a una lezione di cucina! Chiang Mai è famosa per la sua cucina regionale Lanna, e i particolare per il Khao Soi, una zuppa di curry, cocco, noodles, pollo e verdure.

Le cooking class per imparare questo e altri piatti abbondano: questo è un interessante corso di cucina thai che puoi prenotare prima della partenza, ma anche sul posto le opzioni non mancheranno.

Da fare ogni giorno: street food e mercati notturni

Nei programmi giornalieri non ho menzionato il cibo perché qui si apre tutto un mondo. A Chiang Mai il cibo abbonda a ogni ora del giorno e della notte, in ogni angolo, ed è sempre buonissimo e molto economico. Ci sono molti ristoranti famosi, ma io ho mangiato sempre ai mercati e alle bancarelle di street food.

Ho scritto un articolo specifico proprio sui mercati di Chiang Mai, quindi ti rimando a quello per tutte le informazioni: i mercati dove mangiare sono tantissimi, e alcuni hanno cadenza settimanale, perciò a seconda dei giorni in cui sarai in città potresti andare a mercati diversi.

street food al mercato notturno

È tutto, spero di esserti stata utile a organizzare i tuoi 3 giorni a Chiang Mai. Se ci sei stato e hai altri suggerimenti da aggiungere ai miei, lasciami un commento e condividi la tua esperienza con altri viaggiatori!


Per organizzare il tuo viaggio ti consiglio:

3 giorni a chiang mai cosa vedere
Ti è piaciuto questo post? Condividilo su Pinterest!

Condividi il viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.