Couchsurfing: i miei consigli e la mia esperienza

Condividi il viaggio!

Spesso quando parlo dei miei viaggi le persone mi chiedono come faccio ad essere ospitata praticamente ovunque da perfetti sconosciuti grazie a Couchsurfing. In particolare vogliono sapere trucchi e informazioni pratiche: come evitare rischi e fregature, come trovare persone interessanti e con i miei stessi interessi, o come faccio a trovare sempre un ospite anche nelle città più richieste. Insomma, come trarre da Couchsurfing l’esperienza migliore possibile. Quindi ho deciso di buttare giù alcuni consigli su Couchusurfing e metterli nero su bianco, spero che ti saranno utili se sei alle tue prime esperienze con questo fantastico strumento di condivisione e di viaggio. Li ho suddivisi in base al tuo ruolo nel rapporto, se sei l’ospitato o l’ospitante, ma alcuni consigli valgono per entrambe le parti.

Prima però voglio raccontarti le mie motivazioni e la mia esperienza.

Perché viaggiare con Couchsurfing

Quando mia mamma ha giustamente obiettato “ma non hai paura ad essere ospitata in casa da sconosciuti? E se sono cattive persone?” le ho elencato alcuni vantaggi che l’hanno più o meno tranquillizzata:

  • C’è un sistema di feedback e posso evitare di essere ospitata da persone senza esperienze precedenti o con feedback negativi.
  • Se un ospite non mi piace o non mi convince niente mi vieta di rinunciare e dormire una notte in ostello.
  • Se viaggio da sola evito di essere ospitata da uomini che vivono soli e preferisco ragazze, coppie o famiglie.
  • Vivere un posto insieme ad una persona del luogo mi permette di avere consigli e dritte anche sulla sicurezza: quali comportamenti evitare, da quali zone stare alla larga
consigli per viaggiare con couchsurfing

La mia esperienza

Con Couchsurfing sono stata ospitata diverse volte in Italia, in Europa e negli Stati Uniti, sia da sola che con amici. A Torino sono stata ospitata da Moreno, un ragazzo molto simpatico con cui siamo rimasti amici e ci sentiamo spesso. In Norvegia con Carlo siamo stati ospitati da una giovanissima ragazza, Madeline, nella casa della sua famiglia spersa tra le colline boscose di Tonsberg, che mi ha fatto dormire nella cameretta della sorellina. A Milano sono stata ospite per tre giorni da una coppia di ragazzi che mi hanno coinvolto nelle uscite con i loro amici e persino nel pranzo domenicale di famiglia.

Negli Stati Uniti c’è stata Rachel, che mi ha ospitata a Philadelphia e con cui siamo ancora in contatto, e Paul di Portland, che è diventato un mio caro amico e viene a trovarmi a Firenze ogni anno. E poi Nikki e Scott di Baltimore, con cui ho passato delle serate fantastiche, e molti altri ancora, ma per questa volta mi fermo qui.

A conti fatti, dopo anni di Couchsurfing ho avuto sempre esperienze positive: sarò anche stata fortunata, ma credo che sia anche perché ho scelto attentamente i miei ospiti e ho usato il buon senso.

E ora passiamo ai consigli pratici!

amici e esperienze con couchsurfing
con Paul a Portland

Consigli per viaggiare con Couchsurfing

Crea un profilo completo e dettagliato su Couchsurfing

Fornisci molte informazioni su di te ai tuoi potenziali ospiti, metti qualche foto in cui sei riconoscibile e che rispecchiano come sei. Chi ospita un viaggiatore prima vuole farsi un’idea di chi è e se le esigenze di entrambi coincidono. Questo aumenta le possibilità di essere ospitato, specialmente se hai pochi o nessun feedback.

Offri qualcosa al tuo ospite

E non intendo solo la tua interessante personalità e i racconti dei tuoi viaggi. Qualcosa di più concreto (ma non necessariamente costoso), visto che lui ti offre alloggio, bagno e docce calde ed il suo tempo – e a volte anche anche cibo, passaggi, serate divertenti o visite della città. Porta un regalino, magari qualcosa di caratteristico della tua città o fatto con le tue mani (anche da mangiare!), oppure cucina per il tuo ospite una cena tipica. Comunque cerca di essere generoso.

Non essere di peso

Questo significa che devi tenere le tue cose in ordine, lavare i piatti e pulire qualsiasi sporco tu lasci in giro. Non saccheggiare il frigo e la dispensa, semmai compra del cibo da consumare insieme al tuo ospite, e non fare docce di ore. Insomma, non approfittarti dell’ospitalità che ti viene offerta e cerca di metterti nei panni di chi ti ospita: nessuno vuole un parassita in casa.

Rispetta orari e abitudini

Naturalmente sei tu che devi adattarti. Il tuo ospite ha una vita e degli impegni, e tu devi essere disponibile a rispettarli. Spesso significherà alzarti presto per uscire quando il tuo ospite va al lavoro, rientrare ad orari prestabiliti e rispettare regole personali. Se vuoi fare tardi quanto e come ti pare ed avere orari liberi vai in ostello.

Prepara un piano B in ostello

Il piano B di solito è un ostello dove poter andare in caso qualcosa vada storto (ed assicurati di avere i soldi per pagarlo). Magari il tuo ospite non ti piace a pelle, o decide di annullare all’ultimo minuto, ma non trovarti nella condizione di stare in mezzo ad una strada sapere dove andare a dormire. Questo è il più importante dei consigli su Couchsurfing che posso darti: non contarci come unica possibilità.

Ospita a tua volta con Couchsurfing

Ospitando qualcuno a casa tua è un modo per raccogliere delle recensioni positive che ti permetteranno di avere più possibilità di essere ospitato dagli altri. È un dato di fatto che chi ha tante buone referenze è (giustamente) considerato più affidabile ed ottiene un maggior numero di risposte positive. E poi mettersi dall’altro lato di Couchsurfing è un ottimo modo per capire come comportarsi in viaggio quando si viene ospitati.

viaggiare con couchsurfing

Consigli per ospitare viaggiatori con Couchsurfing

Sii ospitale

Okay, tu offri già un posto dove dormire e la tua disponibilità, ma non essere tirchio! Cerca di offrire al tuo ospite quello di cui ha bisogno al suo arrivo: magari una doccia calda, un po’ di riposo dopo un lungo viaggio, la connessione wifi o una tazza di tè.

Sii chiaro su cosa offri

Descrivi in dettaglio sul tuo profilo la sistemazione che offri (un divano in salotto? Un letto singolo nella stanza degli ospiti?), la zona della tua abitazione, le connessioni con i mezzi pubblici e le tue esigenze personali. Se ci sono orari o abitudini che il tuo ospite deve rispettare chiariscili subito nello scambio di messaggi. Patti chiari, amicizia lunga.

Non correre rischi inutili

Leggi bene il profilo di chi andrai a ospitare, e soprattutto le sue referenze. Se vuoi evitare spiacevoli esperienze scarta i profili incompleti o che non raccontano nulla, quelli con nessuna referenza o con molti feedback negativi, o comunque valutali molto attentamente. Valuta bene anche se lasciare le chiavi di casa e libertà di orari (io vivo da sola e di solito non lo faccio).

divano pronto per degli ospiti che si fermano a dormire

Couchsurfing: consigli per entrambi

Concedi del tempo all’altro

Conoscetevi, fate qualcosa insieme, fate amicizia. Sia che tu sia ospitato o ospitante, se hai scelto di fare Couchsurfing è perché vuoi un tipo di esperienza diversa da quella di un hotel o di un ostello: un’esperienza che implica conoscere nuove persone e dedicargli un po’ del tuo tempo. A conti fatti ti sarai arricchito di qualcosa ed avrai un nuovo amico in un angolo di mondo lontano, è questo il valore aggiunto di CS.

Lascia una referenza sincera

I feedback sono molto importanti e sono utili per tutti, permettono di individuare utenti poco affidabili e di premiare con la tua fiducia quelli corretti. Non aver paura di lasciare una referenza negativa se ti sei trovato davvero male, ma cerca di essere comprensivo e oggettivo nel valutare la tua esperienza, e di non rovinare la reputazione di qualcuno senza un valido motivo.

E tu hai mai utilizzato questo strumento per viaggiare? Se hai altri consigli su Couchsurfing da aggiungere ai miei lasciami un commento e condividi la tua esperienza con altri viaggiatori!

Forse può esserti utile anche:

i miei suggerimenti per essere ospitati gratis
Ti è piaciuto questo post? Condividilo su Pinterest!

Condividi il viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.