Quanto costa un viaggio alle Faroe e come risparmiare

Condividi il viaggio!

Questa è una delle domande che mi sono state fatte più spesso al mio ritorno: quanto costa un viaggio alle Isole Faroe?

Di certo non è una destinazione low cost, e non è neanche una meta adatta a trascorrervi solo un weekend. Il costo della vita è più alto che in Italia, e il turismo rimane ancora un’attività di nicchia, quindi bisogna accettare il fatto che si spenderà parecchio. Nonostante questo, non stiamo parlando di cifre inarrivabili, specialmente se si usano tutti i possibili accorgimenti per risparmiare.

Comunque per rispondere in modo preciso alla questione dei costi, ho riportato e analizzato ogni spesa sostenuta per questo viaggio, con l’aggiunta di tutti i consigli che mi sono venuti in mente per risparmiare qualcosa e ridurre al minimo gli esborsi non necessari.

Quanto costa un viaggio alle Isole Faroe

quanto costa un viaggio alle Faroe
L’isoletta di Litla Dimun vista da Suduroy

Prima di parlare di soldi bisogna specificare alcuni dettagli:

Il nostro viaggio è durato in tutto 9 giorni e 8 notti (anche se un giorno lo abbiamo perduto a causa dell’auto-isolamento in attesa del risultato del tampone che abbiamo dovuto fare all’arrivo).

Noi eravamo 4 persone a condividere il viaggio.

Anche se mi spiace un po’ ammetterlo, le Faroe non sono una destinazione adatta ai viaggiatori in solitaria per una questione di costi. Non poter dividere con dei compagni di viaggio spese importanti come il noleggio dell’auto e i pernottamenti renderebbero questo viaggio davvero carissimo.

Ma vediamo le voci di spesa una per una.

Voli aerei

Non ci sono collegamenti aerei dall’Italia alle Faroe, bisogna fare necessariamente uno scalo, molto probabilmente a Copenaghen, come è capitato a me.

All’andata abbiamo preso un volo EasyJet da Milano Malpensa a Copenaghen, che è costato 92,50 euro a testa. Poi un altro volo da Copenaghen all’aeroporto di Vagar, l’unico delle Faroe, con la compagnia faroese Atlantic Airways, comprato al prezzo di 166 euro a testa.

Al ritorno invece abbiamo volato con la compagnia SAS (Scandinavian Airlines) dalle Faroe a Copenaghen, e poi da Copenaghen a Bergamo Orio al Serio con Ryanair. Questi voli mi sono costati rispettivamente 11 euro (SAS) e 74,53 (Ryanair).

Spese extra

Ai costi dei voli ci ho dovuto aggiungere circa 80 euro di treno a/r da Firenze a Milano e viceversa per raggiungere l’aeroporto e poi per tornare a casa.

Abbiamo dovuto passare la notte prima del viaggio in un hotel vicino a Malpensa perché la mattina dopo avevamo il volo prestissimo. Costo per una quadrupla al comodissimo Idea Hotel Malpensa: 104 euro, cioè a 26 euro testa.

viaggio alle faroe quanto costa
Risin og Kellingin

Assicurazione di viaggio

Io non viaggio mai senza assicurazione, a maggior ragione adesso, in tempi di pandemia. E alle Faroe è ancora più importante avere un’assicurazione di viaggio, perché non fanno parte dell’Unione Europea, e ogni problema o imprevisto può costare caro.

Anche quest’anno ho stipulato l’assicurazione di viaggio annuale con Heymondo (al costo di 148 euro). Mi trovo molto bene con loro, offrono ottime garanzie, assistenza in italiano h24 e copertura completa in caso di covid. Ho scelto di fare l’assicurazione annuale Premium perché penso che sia molto importante essere assicurata per ogni viaggio che faccio, anche per quelli in Europa, e la differenza di prezzo rispetto ad una assicurazione per un singolo viaggio non è significativa. Naturalmente puoi anche scegliere una polizza limitata alla durata del tuo viaggio.

Se anche tu decidi di affidarti a Heymondo per i tuoi viaggi, ti offro uno sconto del 10% sulla tua polizza!

assicurazione viaggio per le isole faroe

Noleggio auto

Per il noleggio auto abbiamo scelto la compagnia Rent Your Car perché sembrava la più economica, ma non ci siamo trovate particolarmente bene, quindi non la consiglio.

Per 8 giorni di noleggio auto abbiamo speso 1.017 euro, cifra che comprende anche l’opzione del secondo guidatore e dell’affitto di un dispositivo wifi portatile.

Tunnel e tunnel pass

All’autonoleggio abbiamo anche comprato il tunnel pass, che costa 100 corone danesi al giorno (circa 13 euro), per un totale di 800 DKK per l’intero viaggio.

Il tunnel pass permette di percorrere due tunnel sottomarini (quello tra le isole di Vagar e Streymoy e quello tra Eysturoy e Bordoy) pagando un pedaggio forfettario. È conveniente se si ha in programma di percorrere almeno un tunnel al giorno.

Il nuovissimo tunnel che collega Torshavn a Eysturoy (quello con la rotatoria dentro) invece non è compreso nel tunnel pass e costa 175 corone a tratta. Noi lo abbiamo percorso una sola volta: è caro, ma oltre a essere molto comodo, vale la pena di vedere l’unica rotatoria nel tunnel sottomarino al mondo!

Benzina

La benzina è una delle poche cose che alle Faroe costano più o meno come da noi in Italia. E considerato il fatto che la superficie delle isole è molto limitata, non serve molta benzina per girarle tutte. Per il nostro viaggio abbiamo speso in tutto 110 euro per il rifornimento della macchina.

isole faroe costo viaggio
L’abitante più simpatico di Suduroy

Alloggi

Durante il nostro viaggio abbiamo cambiato 4 alloggi in tutto. Alcuni li abbiamo scelti perché erano economici, altri invece perché erano delle suggestive casette tradizionali circondate da paesaggi scenografici (e assai meno economiche).

A parte una notte all’hotel Djurhuus, tutti gli altri erano appartamenti dotati di cucina. Una soluzione che ci ha permesso di cucinare i pasti e non dover necessariamente mangiare sempre fuori.

Facendo la media tra i vari alloggi, il pernottamento alle Faroe ci è costato 163,12 euro a notte, da dividere poi per i 4 partecipanti al viaggio: quindi 40,78 euro a testa per notte.

dove dormire

Escursioni e trekking

Alle Isole Faroe i trekking più belli si trovano su terreni privati, e per questo a volte è necessario pagare l’accesso.

Per il trekking al lago sospeso di Sørvágsvatn, sull’isola di Vagar, abbiamo dovuto pagare una hiking fee di 200 corone a testa, da lasciare in una apposita cassettina nel caso il proprietario non fosse presente.

Per fare il trekking alle scogliere di Drangarnir bisogna obbligatoriamente essere accompagnati da una guida (che poi si è rivelata essere la figlia del proprietario del terreno), al costo di 600 corone a testa. Abbiamo anche pagato 100 corone extra ciascuno per tornare indietro in barca anziché a piedi, e ne è valsa la pena: sia per la fatica risparmiata, ma soprattutto per la bella esperienza.

Infine abbiamo pagato 325 corone per l’escursione giornaliera in barca all’isola di Mykines e alle scogliere di Vestmanna. 

pulcinella di mare
Pulcinella di mare all’isola di Mykines

Cibo e pasti

Mangiare fuori alle isole Faroe è caro, e spesso regala anche poca soddisfazione. La maggior parte dei cibi come frutta, verdura e molti tipi di carne sono devono essere importati, e questo fa lievitare i prezzi. La soluzione per non spendere una fortuna è quella di avere un alloggia con la cucina e potersi cucinare i pasti, risparmiando notevolmente.

Nei supermercati locali si trova di tutto, dalla frutta tropicale alla pasta Voiello, a prezzi non troppo superiori rispetto all’Italia. Nonostante questo ci siamo portate anche qualcosa da casa (barrette proteiche, snack e qualche pasto pronto) per ridurre ulteriormente le spese e lo sbattimento.

Alla fine per mangiare abbiamo speso in tutto l’equivalente di 51 euro a testa: pensavamo di spendere molto di più e siamo orgogliose del risultato, considerato anche che nella spesa ci rientrano qualche vizio non necessario come una (non memorabile) pizza faroese e qualche caffè con una fetta di torta.

Traghetti

Abbiamo preso il traghetto una sola volta, per raggiungere l’isola di Suduroy da Torshavn. Il viaggio in traghetto si paga soltanto al ritorno, e costa 225 corone per una macchina e il guidatore, più 80 DKK per ogni passeggero adulto. Per maggiori informazioni sui prezzi aggiornati consulta il sito di Strandfaraskip Landsins.

pecora di fronte a case tradizionali faroesi
Villaggio di Saksun

Tamponi covid

Per poter entrare alle isole Faroe abbiamo dovuto fare un tampone obbligatorio appena arrivati all’aeroporto di Vagar, al costo di circa 40 euro a testa. Spero che questa spesa presto non sia più necessaria (così come l’auto-isolamento in attesa del risultato negativo), ma per adesso va messa in conto.

Al ritorno ho dovuto fare anche un altro tampone rapido all’aeroporto di Copenaghen, per rientrare in Italia senza dover fare la quarantena. Questo mi è costato 27 euro.


Spero che questo articolo ti sia stato utile per farti un’idea di quanto costa un viaggio alle isole Faroe. Se hai domande lasciami un commento, sarò felice di risponderti in modo da aiutare anche altri viaggiatori.

Per organizzare il tuo viaggio alle Faroe ti consiglio:


isole faroe quanto costa il viaggio
Se ti è piaciuto questo post condividilo su Pinterest!

Condividi il viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.