L’antico cimitero ebraico di Praga

Condividi il viaggio!

 L’antico cimitero ebraico di Praga è uno dei luoghi più famosi della capitale ceca: affascinante e suggestivo, questo luogo è da secoli testimone delle vicende della comunità ebraica praghese, spesso molto travagliate. È uno dei quei cimiteri talmente affascinanti, antichi e intimamente legati alla storia della città, che sono diventati vere e proprie attrazioni turistiche visitate ogni anno da milioni di persone.cimitero ebraico pragaPer me questo luogo ha un significato speciale: qui è scattata una molla, e quello che ne è uscito è la rubrica Cemetery Safari. Non era la prima volta che visitavo un cimitero, mi sono sempre piaciuti. Ma è stato quando ho visitato questo a Praga che ho capito che i cimiteri nascondono infiniti mondi di storia, di arte e di natura, e che volevo scoprirli e raccontarli. cimitero ebraico di praga
Il cimitero ebraico di Praga si trova nel quartiere ebraico del Josefov, e fa parte del circuito dei Musei Ebraici di Praga. Non è possibile fare un biglietto solo per il cimitero, ma sono presenti diversi tipi di biglietti cumulativi per visitare anche gli altri musei del circuito, collocati all’interno delle sinagoghe e di altri edifici pubblici significativi del quartiere. Ci sono numerosi sconti per categorie come studenti, anziani e gruppi.
Il cimitero naturalmente è l’highlight e molti turisti visitano solo questo; ma il biglietto cumulativo è un’ottimo incentivo per invogliare a visitare anche gli altri musei legati alla storia del popolo ebraico, che sono estremamente interessanti.
cimitero ebraico praga
La visita del cimitero ebraico di Praga si svolge lungo un sentiero obbligato tracciato tra le tombe, che si snoda tra le collinette ricoperte di lapidi. Una distesa di lapidi di petra piegate e consumate dai secoli che si accavallano caoticamente l’una sull’altra, accumulate tra il 1300 e la fine del 1700, quando il sito venne chiuso. Pietre tombali di ogni tipo: in pietra o in marmo, barocche, rinascimentali o neogotiche, semplicissime o decorate, con simboli, iscrizioni e preghiere. Erose dal tempo, scheggiate e spezzate, le lapidi sembrano curiosamente organismi vivi, differenti specie che crescono tra gli alberi e il muschio. Sparse ovunque e ammassate l’una sull’altra mi hanno fatto pensare alla crescita spontanea a grappoli di alcuni molluschi marini. Ai loro piedi si stendono foglie colorate, erba verde e candida neve, con il passare delle stagioni.

praga cimitero ebraico

Le lapidi sono più di 12.000 ma i morti sepolti qui sono molti di più. Lo spazio era limitato e per poter aggiungere nuove sepolture gli ebrei di Praga ricoprivano le vecchie tombe di terra e ve ne facevano altre sopra: per questo motivo il cimitero è pieno di collinette e dislivelli.

La tomba più famosa è quella di Rabbi Low, astronomo e matematico realmente esistito e diventato poi grazie alla letteratura il leggendario creatore del Golem. È una lapide grande e ricca, decorata con una pigna e posta quasi alla fine del percorso. La tomba più antica è invece quella del saggio Abigdor Karo, del 1439, e tra le tante lapidi poste a terra ad un certo punto se ne incontra una posta al muro addirittura di epoca gotica.
cimitero ebraico di praga
Sulle lapidi del cimitero ebraico di Praga è facile vedere dei sassolini e dei bigliettini piegati e arrotolati: i sassolini vengono messi al posto dei fiori nella tradizione ebraica, i bigliettini sono preghiere e desideri dei fedeli, anche se penso che la maggior parte siano di turisti che vogliono fare solo qualcosa di curioso, senza coglierne il significato di preghiera.
Mi è dispiaciuto non saper leggere le iscrizioni delle lapidi, sarei stata curiosa di sentire qualcuna delle migliaia di storie che hanno da raccontare.praga cimitero ebraico

Consiglio: visitate il cimitero al tramonto per la luce e l’atmosfera suggestiva, oppure la mattina presto appena apre, per evitare le folle di turisti delle ore centrali della giornata, che stridono un po’ con la quiete del luogo, e per godersi i raggi di sole e le ombre lunghe del mattino proiettate dalle lapidi.

Accanto al cimitero c’è la Sala delle Cerimonie, un piccolo edificio neogotico a cui si accede con il biglietto cumulativo. La Sala delle Cerimonie ospita una mostra sulla Società Ebraica per le Sepolture, piccola ma interessante.

cimitero ebraico di praga

 


Condividi il viaggio!

2 commenti

  • giia pisciarelli
    Avatar

    Condivido quanto scritto sul cimitero di Praga e ricordo anche la visita all’antica sinagoga. sulle pareti sono riportati con lo stesso carattere e colore I nomi e la data di nascita degli ebrei morti nei campi di concentramento. non sapendo di cio’ quando sono entrata nella sinagoga in fila con altre persone le pareti, viste da lontano, mi sembravano affrescate. Quando sono arrivata davanti a queste pareti e ho visto di cosa si trattava ho provato una stretta allo stomaco che mi ha violentemente riportato alle terribili immagini dei filmati sui campi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.